I tuoi piedi esausti li adoreranno. Questi clog da lavoro in vernice effetto tartaruga, modello preferito dai professionisti della sanità, della ristorazione, della vendita al dettaglio e da tutte le donne sempre impegnate, sono, forse, i migliori al mondo. Una fascia mobile regolabile tiene i tuoi clog ben saldi sui talloni. La nostra leggera tecnologia Loaff™ Microwobbleboard™ allevia la pressione del piede e offre ammortizzazione e comfort senza pari. Clog semplici, di supporto, lavabili e antiscivolo. Praticamente, non vorrai più toglierli.
  • suola leggera con gommini resistenti
  • proprietà antiscivolo testata in laboratorio su superfici bagnate
  • con le nostra intersuole Loaff Microwobbleboard, ergonomiche e ammortizzanti, per un comfort duraturo
  • struttura leggera
  • calzata da media ad ampia
  • realizzati secondo i principi della biomeccanica per un'ammortizzazione mirata, distribuzione della pressione¹ e riduzione degli impatti²
  • Sigillo di accettazione APMA* (Seal of Acceptance), per calzature di cui viene riconosciuto il grande beneficio per la salute del piede
  • clog da lavoro super comodi
  • tomaia imbottita in vernice (PU) effetto tartaruga
  • facili da pulire
  • fascia mobile regolabile da indossare portata in avanti per praticità o indietro per maggiore stabilità
  • plantare anatomico con contorno dell'arco integrato per supporto ottimale
  • tomaia foderata in microfibra e plantare in mesh*dell'Associazione dei Medici Podologi Americani (American Podiatric Medical Association)¹In base agli studi condotti presso la Calgary University e la Salford University²In base agli studi condotti presso la Calgary University, la London South Bank University e la Salford University

LA NOSTRA INTERSUOLA MICROWOBBLEBOARD™. Lanciata con il nostro primo sandalo sette anni fa, la nostra intersuola Microwobbleboard a tripla densità, in attesa di brevetto, è stata progettata da due pionieri inglesi della biomeccanica.

Grazie al suo straordinario comfort, non solo assorbe gli urti, ma distribuisce anche la pressione della pianta del piede, aumentando istantaneamente l'area di contatto di quest'ultimo con l'intersuola.